violenza

Violenza di genere: non chiamatelo amore

Per l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) la violenza domestica è un fenomeno molto diffuso in tutti i paesi del mondo. Riguarda ogni forma di abuso psicologicofisicosessuale

Raffaella Marangella è donna, madre, artigiana e imprenditrice. La sua è una storia di riscatto, di rivincita. Caduta 100 volte, 1000 è stata in grado di rialzarsi e di liberarsi dal giogo di una violenza psicologia e fisica che l’aveva intrappolata in una bolla di sofferenza.

Come? Realizzando un’idea. Ha dato vita al brand  Craste, complemento di arredo ispirato al fico d’india, creato con materiali poveri riciclati, invasato nel cachepot o in un vaso semplice rigorosamente realizzato in ceramica di Grottaglie. Craste nasce infatti come forma di riscatto personale dopo anni di sofferenza e delusione, legati ad un amore malato.

Per l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) la violenza domestica è un fenomeno molto diffuso in tutti i paesi del mondo. Riguarda ogni forma di abuso psicologicofisicosessuale e tutte le forme varie di comportamenti coercitivi, esercitati per controllare emotivamente una persona che fa parte del nucleo familiare. Gli aggressori appartengono a tutte le classi e i ceti sociali, senza distinzione di età.

In questo podcast realizzato in collaborazione tra ANG inRadio Eta Beta San Severo e la testata giornalistica Ambienteambienti.com, Valeria Spadaccino vi racconta la storia di Raffaella Marangella, della sua rinascita come donna e madre. Della sua affermazione come affermata imprenditrice.

 

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST SU ETA BETA SAN SEVERO

 

 

SEGUICI SU FACEBOOK E INSTAGRAM

SCOPRI LE INIZIATIVE DELL’AGENZIA NAZIOLE PER I GIOVANI SU www.agenziagiovani.it 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *